Minima Immoralia #63

12 novembre 2008

Non crederò più alla dantesca missione di riunire i popoli sotto un unico idioma, per il semplice motivo che oramai i doppi sensi sono diventati talmente tanti che ogni persona ha i suoi. Basta prendere frasi semplici, oneste, e spesso ingenue, per trasformarle in sentenze, volgarità, cattiverie, complimenti… Tutto quello, insomma, che l’ascoltatore ci prova. Non venite a dirmi che questo è il bello della lingua, la sua varietà, il suo cambio di stile e di forma per ogni persona che l’adopera, perchè proprio per questa sua meravigliosa caratteristica nella Seconda Guerra Mondiale fu distrutta senza motivo una cattedrale. Oggi sono polemico non nei confronti dell’idioma in sè, ma di chi non si rende conto della camaleontica natura della favella, e si limitano, quando si aprono dei discorsi su tale argomento (oppure, spesso e volentieri, si imbattono negli equivoci linguistici più imbarazzanti) si limitano a liquidare il discorso con delle frasi di circostanza: più insensate di quelle, fra le miriadi di doppi sensi, non credo ne esistano. Ai nostri corpi manca il passo fondamentale del dialogo. Oggi ascoltiamo e parliamo, col risultato che uno dice “Ciao?” in maniera un po’ spenta e si risponde subito “Che ce l’hai con me oggi?”. Si deve imparare ad ascoltare, saper capire e poi parlare, solo così si potrà rispondere degnamente a quella persona che ci saluta in maniera spenta e magari dopo chiedergli, sempre se non si diventa troppo invadenti, se va tutto bene a casa. Non ci rendiamo più conto che le lingue hanno miriadi di significanti per ogni persona che utilizza una stessa parola per un significato diverso. Non credo più nella dantesca missione di riunire i popoli sotto un unico idioma.

Advertisements

Una Risposta to “Minima Immoralia #63”

  1. darkfender said

    a me di Dante piace la scena dell’abbraccio tra Virgilio e Sordello… solo che dopo Dante sputtana mezza Italia…quindi mi sa che non ci credeva neanche lui nella riunione dei popoli:)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: