Minima Immoralia #141

31 gennaio 2009

Credo che avere il sangue nel naso sia una cosa assolutamente orripilante e odiosa. Mi è capitato una volta, intento a zappare nelle cavità nasali in cerca di una caccola che prendeva tutto il semidiametro della narice e che, ahimè! era collegata ad una serie di peletti che strappati via hanno squarciato la pelle del mio povero nasino, facendomi sanguinare manco come Gesù Cristo ne La Passione di Mel Gibson. L’unica cosa che ricordo erano le parole di mia zia riguardo la faccenda del tenere la testa alzata secondo cui si corre il rischio di rimanere strozzati dal sangue che scende in gola e la sensazione di ferro battuto che avevo in gola quando il lumiccu* scendeva per l’esofago.

*Lumiccu: espressione dialettale calabrese (come muccu a Cosenza e limbìccu dietro le poste), molto utilizzata nei pressi di Luzzi, derivante dall’arabo al-ambiq**. Ovvero: moccio.

**Controllate Wikipedia se non mi credete: brutti miscredenti, eretici, sionisti e comunisti pedofagi!

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: