Minima Immoralia #160

1 marzo 2009

La retorica è una delle cose che odio di più al mondo, più della stupidità e della violenza. Poi mi accorgo che quando scrivo son pieno di retorica pure io, e inizio a odiare me stesso per quanta retorica metto nelle mie frasi. Stamattina non sono molto ispirato a scrivere, ma lo faccio comunque, è un buon modo per rimanere lucidi visto la giornata che mi si presenta davanti. Non c’è cosa migliore la mattina di una tazza di café-aux-lait, di una penna (o un blog in questo caso) e di 17 minuti di Rapsodia In Blu. Se Gershwin sapesse il modo in cui uso la sua musica mi lancerebbe una di quelle maledizioni degne della tomba di Tutankhamon: io lo vedo già acclamato da tutti i compositori che ho storpiato in questi anni. Prokof’ev, Tschaikovskij, Stravinskij, Brahms, Bach, Beethoven, Mozart. L’unico che non potrebbe lamentarsi è Wagner perché ancora non ci siamo conosciuti come dovremmo.

Ora basta scrivere altrimenti inizio a parlare di come mi sono svegliato e non credo possa fregare a nessuno.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: