Minima Immoralia #161

2 marzo 2009

Per dirla in maniera molto carina, io gli U2, che continuo incessantemente a chiamare U-due nonostante gli ammonimenti da parte dei filoanglicani, non me li sono mai cagati più di tanto. Paradossalmente sono uno dei pochi gruppi di cui abbia più di un CD originale; nell’ordine: The Joshua Tree, di mia zia, ma dato che è nella mia stanza da quando son nato per legge oramai è mio; How To Dismantle An Atomic Bomb, comprato in edizione speciale con DVD e abbandonato al suo destino in casa; Under A Blood Red Sky, in offerta da MediaWorld come fosse l’ennesima compilation dei grandi successi di Pupo lo ascolto principalmente nel tragitto Cosenza-Amantea-Cosenza per distogliere l’udito dalle bestemmie in finnico di mia madre mentre guida. Fatto ancora più strano è che conosco il 95% dei loro successi. Ora ho comprato anche il loro ultimo album, al quale Rolling Stone ha già dato l’etichetta di miglior album dell’anno. Forse si son dimenticati un certo Antony Hegarty, ma non mi lamento dei giudizi altrui perché sarei molto di parte. Li ascolto con una curiosità disinteressata, non mi professo loro fan, ma se devo canticchiare qualcosa che mi faccia risollevare un tantino l’animo che non sia punk alla Ramones et simila sono sempre felice di canticchiare una cosa rilassante come Sunday Bloody Sunday.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: