Sigarette

27 settembre 2009

L’ultima sigaretta del pacchetto. Marlboro Light da dieci. Vado fuori dal balcone: non voglio intossicare nessuno in casa, tantomeno tenere la puzza del fumo per tutta la notte nella stanza. Primi due tiri, rapidi, nervosi: aria fatta di nebbia. Guardo un attimo il cielo. Il Grande Carro mi perseguita anche da quell’angoletto solitario di un condominio in periferia. Il terzo tiro porta via quasi metà sigaretta. Giramento di testa, vista offuscata, senso di soffocamento. Poi torna tutto normale. Forse è così che si muore.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: