Stringimi

18 ottobre 2009

Stringimi quando il freddo gelerà i nostri corpi
unendoci in un unico brivido;
quando il sole ci scioglierà nel sudore
per buttarci in un mare più fresco.

Stringimi tra i tuoi seni come una madre
baciami come un amante:
sarà l’odore dei tuoi capelli la mia Stella Polare,
i tuoi occhi la luce che mi dirà
quanto dista questo mondo dal tempo,
mentre la candela accesa quel giorno
torna a consumare la sua cera
notte dopo notte, era dopo era.

Stringimi ancora, prima di partire
dove tanti ricordi rivivranno
dove tante scene, come un film,
si ripeteranno.

Stringimi quando ritornerò,
io vecchio, debole
tu giovane, ancora piena di vita:
mi accoglierai nella tua casa?
Come un padre ti curerò e ti racconterò
di nuovo
di un tempo in cui
siamo stati innamorati
nel freddo e sotto il Sole.

Ti asciugherò le lacrime
ti bacerò la fronte
e come un padre
ti stringerò.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: