Abbiamo Travolto Due Farfalle Che Amoreggiavano Con La Macchina

16 agosto 2010

Mai stato così lontano dalla realtà. Parlo in termini temporali: lo spazio in fondo non lo puoi controllare. Datemi una piscina ed è come dare cocaina gratis a un tossico.

Le idee matematiche concluse a metà, i concetti filosofici nati cresciuti e deceduti davanti un video di dubbia morale cattolica, problemi e dubbi (mi son rotto il cazzo di scrivere sempre ste due parole in successione, ndr) abbandonati sul bordo piscina come le falene che cadono in acqua e te che le riprendi con un bicchiere per farle asciugare vicino una lampada dalla luce fioca.

Questo stato di relax durerà non molto: con la chiamata di mia madre alle nove e mezza e la sveglia delle dieci, entrambe decorate da Ride The Lightning e i bestemmioni di F, era iniziata una giornata che poteva sembrar perfetta, ancora sentivo l’odore di quel senso di onnipotenza dato da un menefreghismo che solo un dio pagano può avere, fino a quando abbiamo travolto quelle due farfalle che danzavano nell’aria con la macchina.

Quando imparerò che non esiste dio che non possa essere travolto dalla velocità del tempo?

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: