Notturno

22 settembre 2010

E tante altre sigarette fumerò
come idee che passano
prima che la notte
tenendomi compagnia
si stufi della mia presenza

Candida e senza stelle,
travolge la memoria:
volti lontani;
corpi svaniti;
e i suoi sguardi trasparenti.

Quando il vino finirà
la bottiglia sul tavolo ancora
testimone di una calma
che lentamente assale
non verrà spostata.

Non c’è nessuno a spostarla
perché la notte è passata
e il letto sente una mancanza.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: